Tag Archives: giornalista sportivo

5,50 di asta, da junior, 20 anni fa. Il record è ancora lì.

24 settembre 1995. Allo stadio Maurice Chevalier di Cannes, per l’incontro internazionale Francia-Italia-Ucraina, tutti attendevano Jean Galfione, le roi de la perche. Arrivò con una Ferrari 250 coupé, tra due ali di folla, bello e sorridente come sempre. Tutti lo

Salto con l’asta: la sindrome da tre nulli in entrata

“Potevi entrare più basso”. Nel salto con l’asta, fare tre nulli alla misura di entrata, soprattutto quando si parla di una competizione a squadre dove ad ogni piazzamento corrisponde un punteggio, fa sempre male. Ma non farà mai rabbia come

Corro sempre (con l’asta e con Giacobbe Fragomeni) per la Fondazione De Marchi!

“Ma chi è quel pirla che va in giro per strada con un’asta?”. Domenica scorsa non ho sentito questa frase ma gli sguardi di molti passanti, tra il divertito e il compassionevole, parlavano chiaro. In una meravigliosa Milano primaverile senza

#Mennea: 10 idee su “La Freccia del Sud”

Pietro Mennea, insieme a Carl Lewis e Sergei Bubka, è la persona che mi ha permesso di essere qui adesso. A parlare di atletica, ad averla praticata, ad allenarla. Insomma, ad esserci dentro fino al midollo. E come molti altri,

Evoluzione di un saltatore con l’asta: dal reclutamento all’elevata qualificazione

La mia tesi del corso di Allenatore Specialista FIDAL 2013-2015, un estratto frutto del mix di esperienze di atleta prima, e di allenatore poi. Scaricabile anche dal web, perché la conoscenza appassionata non ha segreti. Buona lettura. SCARICALO QUI IN PDF

Uno sport che non mi piace

“E’ l’ennesima dimostrazione di come si sia corrotto lo sport mirato esclusivamente alla caccia di medaglie e ai risultati a tutti costi“. Leggo questa frase che rimbalza oggi sui media, come corollario ad una nuova, brutta vicenda che vede ancora

Giuseppe Gibilisco si ritira: da oggi sarà un’altra atletica

“Per ogni atleta arriva il momento in cui bisogna dire basta, e questo è il mio”. La carriera di un atleta, piccolo ma intenso scampolo di vita, ha un inizio e un termine. Fa però un certo effetto sentirlo dire

“Il volo di Volodja”, la storia di Vladimir Jascenko, un campione fragile

“Mi sento schiacciare dall’apatia, tutto mi dà la nausea…vorrei trovare la voglia di vivere dentro me stesso, vorrei che questa energia mi si sprigionasse senza il bisogno di andare a cercarla”. Così scriveva nel suo diario uno dei più grandi

A “scuola” di salto con l’asta: una nuova idea di raduno tecnico

Per molti apparirà un raduno come gli altri. Per me e il mio amico e collega Alberto Motta, con il quale ho condiviso anni di allenamenti su quella pedana, è un sogno che si è avverato. Mettere in piedi un

Quando la preparazione è “atletica”: il minestrone all’italiana

“Prendete un calciatore fresco. Ponetelo su di uno spazio erboso oppure su una superficie artificiale. Aggiungete gradualmente delle tavole propriocettive, tagliate degli elastici ed affettate dei traini leggeri. Sminuzzate il tutto in piccole ripetute ad abbassate la densità dell’allenamento per