Sochi 2014: la velocista Lauryn Williams corre verso la storia olimpica dopo il suo argento nel Bob a 2

La storia delle Olimpiadi invernali ed estive si è intrecciata di nuovo questa sera sulla pista del Sanki Sliding Center di Krasnaya Polyana. Lauryn Williams, ex velocista della nazionale statunitense con la quale ha vinto una medaglia d’oro nella 4×100 metri ai Giochi di Londra 2012 e quella d’argento nei 100 metri ad Atene 2004, ha aggiunto un’altra perla alla sua carriera, vincendo l’argento nel Bob a 2 assieme alla pilota Elana Meyers nell’equipaggio di USA-1. Prima di lei, solo 4 persone erano riuscite ad ottenere medaglie sia ai giochi invernali che a quelli estivi. Il primo – e l’unico a vincere due ori in due discipline diverse – fu lo statunitense Eddie Eagan, oro nel pugilato categoria mediomassimi nel 1920, e poi ancora sul primo gradino del podio a Lake Placid 1932, quando assieme a Billy Fiske, Clifford Barton Gray e Jay James O’Brien trionfò nel Bob a 4. Pochi anni dopo, quasi in contemporanea, fu il turno del norvegese Jacob Thullin Thams, trionfatore nel salto con gli sci a Chamonix 1924, e poi argento nella vela – classe 8 metri – a Berlino 1936. La prima donna a raggiungere una simile accoppiata fu la tedesca dell’est Christa Luding, con ben 4 medaglie vinte in tre edizioni delle Olimpiadi Invernali (oro nei 500 metri a Sarajevo 1984 e nei 1000 metri a Calgary 1988, argento nei 5000 metri a Calgary 1988 e ad Albertville 1992), alla quale si è aggiunto un argento nel ciclismo – specialità velocità su pista – a Seoul 1988. L’ultima in ordine di tempo prima della Williams è stata la canadese Clara Hughes, che alle Olimpiadi di Atlanta 1996 aveva vinto due bronzi nel ciclismo (gara in linea e cronometro su strada) prima di passare al pattinaggio di velocità dove, in tre edizioni olimpiche, è stata capace di vincere 1 oro (nei 5000 metri a Torino 2006),  1 argento (nell’inseguimento femminile sempre a Torino 2006) e 2 bronzi (entrambi sui 5000 metri a Salt Lake City 2002 e a Vancouver 2010).

Per Lauryn Williams, nonostante il rammarico di aver perso l’oro nell’ultima discesa e per soli 10/100 dall’equipaggio di Canada 1, si tratta comunque di un’impresa. Nella sua carriera di velocista ha vinto due medaglie olimpiche e 5 Mondiali tra il 2003 e il 2007 – 1 oro e un argento nei 100 metri, 2 ori e un argento nella staffetta 4×100 – ed è stata capace di correre i 100 metri in 10”88 e i 200 in 22”27. Ritiratasi dall’atletica al termine della stagione 2013, è arrivata al bob solo nell’autunno successivo assieme alla compagna LoLo Jones, oggi undicesima con l’equipaggio di USA-3. Nonostante la mancanza d’esperienza, la Williams ha bruciato le tappe, e solo pochi giorni prima delle Olimpiadi di Sochi è stata promossa in USA-1, l’equipaggio più forte grazie all’esperienza della pilota Elana Meyers, già bronzo a Vancouver 2010 nella stessa specialità. L’avventura olimpica di USA-1 a Sochi non è iniziata nella maniera migliore: nella prima discesa di allenamento assieme, Meyers e Williams hanno frenato troppo tardi e si sono schiantate contro un muretto, danneggiando seriamente il loro bob. Per fortuna, i tecnici della nazionale USA sono riusciti a ripararlo in tempo, e nel frattempo è migliorata la chimica tra pilota e frenatore tanto che, sotto la spinta della Williams, USA-1 ha migliorato per due volte il record di spinta della pista (5”12). Questo significa che l’ex velocista americana è stata brava ad adattarsi al suo ruolo di frenatrice, e ad una corsa tecnicamente molto diversa rispetto a quella nella pista di atletica: senza braccia, con passi più stretti e meno rotondi rispetto alla corsa di un atleta. Fino addirittura ad accarezzare l’impresa di vincere l’oro: un sogno sfumato solo nella quarta discesa. Ma la performance di Lauryn Williams entra comunque di diritto nella storia dei Giochi Olimpici.

Leggi qui l’articolo originale in inglese: Lauryn Williams races to Olympic history after silver in bobsleigh

Lauryn Williams dopo il suo oro nei 100 metri ai Mondiali di Helsinki 2005

Lauryn Williams dopo il suo oro nei 100 metri ai Mondiali di Helsinki 2005

(2372)

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: